STUDIO LAFFUSA

CIRCOLARE 14: Procedura di erogazione voucher digitalizzazione 2018

14

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha approvato gli elenchi, su base regionale, delle imprese beneficiarie del “voucher digitalizzazione” introdotto dall’art.6 del D.L. 145/2013, consultabili al seguente indirizzohttp://www.sviluppoeconomico.gov.it/index.php/it/incentivi/impresa/voucher-digitalizzazione

 

 

SPESE AGEVOLABILI

Come stabilito dall’art. 5, DM 24.10.2017, modificato dal recente DM 14.3.2018, al fine di beneficiare del bonus le spese devono essere:

  • Avviate successivamente al 14.3.2018 (pubblicazione degli elenchi delle imprese beneficiarie). La data di avvio corrisponde alla “data del primo titolo di spesaammissibile”;
  • ultimate entro il 14.9.2018, ossia non oltre 6 mesi dalla data del 14.3.2018. La data di ultimazione corrisponde alla “data dell’ultimo titolo di spesa ammissibile, ancorché pagatosuccessivamente”. Il pagamento dei titoli di spesa deve, comunque, essere effettuato prima della presentazione della richiesta di erogazione;
  • inerenti a beni “nuovi di fabbrica” acquistati da terzi che non hanno relazioni con l’acquirente ed alle normali condizioni dimercato;
  • relative a prestazioni svolte nel periodo di svolgimento del progetto (in caso di spese per servizi di consulenza / formazionequalificata);
  • strettamente correlate ai servizi e alle soluzioni informaticheriferiti:

-      agli ambiti di intervento di miglioramento efficienza aziendale, modernizzazione dell’organizzazione del lavoro, sviluppo dell’e-commerce, qualora siano riferite alle attività di connettività a banda larga / ultralarga, connettività mediante tecnologiasatellitare;

-      a tutti gli ambiti di intervento ammessi, qualora siano riferite alle attività di formazione qualificata del personale aziendale nel campoICT.

 

In base al nuovo comma 2-bis del citato art. 5 le variazioni inerenti alle condizioni di svolgimento del progetto di digitalizzazione dei processi aziendali / ammodernamento tecnologico successive alla data di presentazione della domanda di accesso all’agevolazione devono essere comunicate al MISE esclusivamente con la richiesta di erogazione delvoucher.

 

Le imprese iscritte nell’elenco dei soggetti beneficiari possono rinunciare all’agevolazione. La rinuncia va presentata esclusivamente tramite la predetta procedurainformatica.

 

ITER DI PRESENTAZIONE

L’impresa iscritta nell’elenco dei soggetti beneficiari deve presentare una richiesta di erogazione per ottenere l’assegnazione definitiva dell’agevolazione e la conseguente erogazione del voucher.

La domanda va compilata, previa identificazione e autenticazione tramite la Carta nazionale dei servizi, da parte del rappresentante legale dell’impresa, come risultante dal certificato CCIAA, ovvero di un altro soggetto specificamente delegato e presentata:

  • esclusivamente tramite la predetta procedura informatica, in conformità al nuovo schema di cui all’allegato3;
  • unitamente alla documentazione relativa alla rendicontazione delle spese sostenute costituitada:
  1. o

    documentazione di spesa. A tal fine, i titoli di spesa devono riportare ladicitura
  2. oestratti del c/c dal quale risultino i pagamenti relativi alla realizzazione del progettoagevolato;
  3. oliberatorie sottoscritte dai fornitori dei beni / servizi, utilizzando l’appositofac-simile;
  4. oresoconto sulla realizzazione del progetto con un quadro riassuntivo dei costisostenuti.

La richiesta ed i relativi allegati devono essere firmati digitalmente dal soggetto che la presenta a pena di improcedibilità.

 

TERMINE DI INVIO DELLA RICHIESTA DI EROGAZIONE

Le richieste di erogazione possono essere presentate a partire dalla data che sarà indicata dal MISE entro il 30.3.2018.

Le imprese ammesse all’agevolazione in esame devono inviare la richiesta di erogazione del voucher entro 90 giorni dalla scadenza del termine di 6 mesi per l’ultimazione del progetto agevolato (14.9.2018), ossia entro il13.12.2018.

Le imprese che non presentano la richiesta entro il predetto termine decadono dall’agevolazione e le relative risorse finanziarie rientrano nella disponibilità del MISE.

 

 

 

EROGAZIONE DEL VOUCHER

Il MISE, ricevuta la richiesta di erogazione, provvede a verificare:

  • la regolarità / completezza delle dichiarazioni resedall’impresa;
  • la vigenza / regolarità contributiva dell’impresa tramite l’acquisizione d’ufficio delDURC.

 

Il Ministero entro 30 giorni dal ricevimento della richiesta di erogazione, con proprio provvedimento, determina l’importo del voucher da erogare.

Nel caso in cui:

  • il progetto sia stato realizzato apportando significative variazioni rispetto a quanto indicato nella domanda diaccesso;

ovvero

  • l’impresa beneficiaria sia mutata a seguito di operazioni societarie / cessione dell’attività a qualsiasititolo.

I termini per l’adozione del provvedimento si interrompono.

In tale caso, il MISE provvede ad adottare un provvedimento di erogazione solo successivamente al positivo svolgimento delle verifiche relative a:

  • organicità / funzionalità del progettorealizzato;
  • raggiungimento degli obiettivi definiti in sede di domanda / verifica della sussistenza dei requisiti soggettivi.

Nel caso in cui non sussistano le condizioni necessarie all’assegnazione del voucher, il Ministero comunica i motivi ostativi all’accoglimento della richiesta.

 

 

Oltre al nuovo schema della richiesta di erogazione (allegato A) si riporta anche il nuovo elenco degli oneri informativi previsti dai DM 23.9.2014 e 24.10.2017 (allegato B).

 

 

 

 

Lo studio resta a disposizione per ogni chiarimento.

Distinti saluti.

 

 

 

 

 

 

 

primi sui motori con e-max