STUDIO LAFFUSA

CIRCOLARE 23: RICHIESTA DOCUMENTI PER MODELLO 730/2017 ANNO D’IMPOSTA 2016

198-730 2017

Con l’approssimarsi della scadenza per la predisposizione della dichiarazione dei redditi, Le ricordiamo la documentazione necessaria, in originale, da consegnare in studio  entro il 28 Aprile  2017 : 

  • La delega a questo  studio  per l’ elaborare il modello 730/2017 con allegato                        copia della carta di  identità del contribuente;
  • Codice fiscale del dichiarante, del coniuge (anche se non a carico) e dei familiari a carico anche se minorenni;

N.B. Si evidenzia che, al fine di verificare lo status di " Familiare a carico" ed in particolare il possesso di un reddito complessivo non superiore a Euro 2.840,51, va considerato anche il reddito da  fabbricato  oggetto di " cedolare secca".

  • Dati del datore di lavoro che dovrà effettuare la liquidazione del 730/2017;
  • Modello/i CU relativi ai redditi 2016;
  • Redditi e pensioni prodotti all'estero;
  • Disoccupazione, mobilità, borse di studio, infortunio, malattia, cassa integrazione, ecc…;
  • Assegni periodici dal coniuge separato o divorziato escluso quanto corrisposto ai figli. Sentenza del Tribunale, ricevuta comprovante il pagamento e codice fiscale dell'ex coniuge;
  • Redditi soggetti a tassazione separata (es. rimborso di oneri dedotti in anni precedenti, ecc…);
  • Spese mediche sostenute nell'anno 2016  per: ticket, interventi chirurgici, protesi sanitarie, visite specialistiche, ticket farmaceutici, vaccini, attrezzature sanitarie, ecc.… Si evidenzia che per gli acquisti di medicinali da banco effettuati nel 2016  è necessario che la spesa sia certificata da fattura o scontrino fiscale (c.d. scontrino parlante), riportante la natura, la qualità e la quantità dei prodotti acquistati, nonché il codice fiscale dei destinatari. Non sono più ammesse le integrazioni  “ a mano” da parte del contribuente;
  • Spese per acquisto di lenti da vista, oltre alla fattura o allo scontrino parlante è necessario che questi  riportino l’indicazione di prodotto marcatura CE, la prescrizione medica dell’oculista oppure l’attestazione dell’ottico.
  • Spese per cure termali e terapie, richiesta del medico obbligatoria;
  • Spese mediche e di assistenza per portatori Handicap: certificazione che attesti l'handicap (Legge 104);
  • Spese veterinarie;
  • Spese frequenza asili nido : ricevuta importi pagati nel 2016;
  • Interessi passivi per mutuo ipotecario:contratto di mutuo e atto di compravendita relativo all’immobile oggetto del mutuo (anche per acquisti relativi ad anni precedenti), fattura del notaio , certificato di residenza;
  • Spese sostenute per l’acquisto  di  immobile  residenziale di classe energetica   A/B, documentate dalla copia del rogito  e fattura di acquisto, detraibili nella misura  del 50% dell’Iva pagata al costruttore;
  • Interessi passivi per mutuo costruzione: contratto di mutuo e fatture delle spese sostenute ed abilitazioni amministrative (scia o Concessione edilizia);
  • Spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio ( 50% ) ed acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+, finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione. : 
    1) Fatture e bonifici bancari; 
    2) Per eventuali  lavori  eseguiti  su parti condominiali si richiede la certificazione dell'amministratore;
  • Assicurazioni vita e infortuni: dichiarazione agenzia sulla parte del premio deducibile o detraibile obbligatorio;
  • Spese sostenute per il risparmio energetico (65%):fatture, bonifici, copia domanda inoltrata  all’ENEA, attestati di qualificazione energetica; 
  • Spese  di arredo sostenute da “giovani coppie”;
  • Contributi previdenziali ed assistenziali obbligatori volontari (riscatto laurea, ecc…);
  • ARTBONUS. Liberalità in denaro effettuate  a sostegno della cultura. E’ previsto un credito di imposta nella misura del 65% delle erogazioni effettuate nel 2016;
  • Liberalità in denaro a istituti del Sistema Nazionale di Istruzione.E’ previsto un credito di imposta nella misura del 65% delle erogazioni effettuate nel 2016;
  • Tassa di iscrizione a scuole superiori e università (per tutti gli istituti privati, fornire l'importo stabilito per tasse e contributi dei corrispondenti istituti statali);
  • Spese funebri;
  • Erogazioni liberali a favore di: partiti e movimenti politici, enti ed associazioni riconosciute e istituzioni religiose;
  • Contributi ad organiz. non governative a favore dei paesi in via di sviluppo.
  • Erogazioni liberali effettuate  alle ONLUS ,alle associazioni di volontariato ed a favore di partiti e movimenti politici;
  • Spese relative all'adozione di minori stranieri (certificazione dell'Ente che rilascia l'autorizzazione);
  • Rendite; vitalizi ed assegni alimentari; indennità corrisposte per la perdita dell'avviamento;
  • Indicare il codice fiscale dell’Ente cui il contribuente intende destinare il 5 per mille dell’IRPEF; scelta del 2 per mille da destinare alle associazioni culturali  indicate da apposito elenco predisposto dal Ministero dei beni culturali ;
  • Spese sostenute nel 2016 per l’iscrizione alla palestra, piscine ed altre strutture ed impianti sportivi destinati alla pratica sportiva dilettantistica. Riguarda le spese di iscrizione ed abbonamento sostenute per i ragazzi di età compresa tra i 5 ed i 18 anni; si evidenzia che le ricevute devono riportare i dati anagrafici del minore ed il codice fiscale del soggetto che effettua il pagamento.
  • Contratti di locazione per studenti iscritti ad un corso di laurea presso una Università ubicata in un comune diverso da quello di residenza. Gli immobili oggetto di locazione devono essere situati nello stesso comune in cui ha sede l’università o in comuni limitrofi. Essi inoltre devono essere distanti almeno 100 Km dal comune di residenza e comunque devono trovarsi in una diversa provincia. I contratti di locazione devono essere stipulati o rinnovati ai sensi della Legge 9 dicembre 1998, n. 431  ;
  • contratti di locazione stipulati da studenti  iscritti  ad un corso di laurea presso un ' Università di uno stato UE o aderente allo SEE;
  • Spese per  intermediazioni immobiliari;
  • Assicurazioni INAIL contro gli infortuni domestici (assicurazione casalinghe);
  • Contributi per addetti ai servizi domestici (colf, baby-sitter, Badanti);
  • Spese sostenute per gli addetti all’assistenza personale (c.d. badanti)  nei casi di non autosufficienza;
  • Contributi consorzio di bonifica (es. Bonifica Renana , Reno Palata, etc.);
  • Contributi e premi per forme pensionistiche complementari e individuali (contratto di stipula e ricevute di pagamento).

Fabbricati e terreni

In relazione al dichiarativo fabbricati si chiede di consegnare, qualora siano avvenute delle variazioni nel 2016 e i seguenti documenti:

  • rogito di acquisto e/o vendita, dichiarazione di successione ;
  • per gli immobili concessi in locazione gli importi dei canoni, anche se non riscossi, con la precisazione se si tratta di un contratto ad equo canone o patti in deroga o canone convenzionale(è richiesta la copia del contratto);
  • Contratto di comodato  riguardanti  abitazioni dati in uso  ai genitori;
  • Indicare eventuali fabbricati non locati ed a disposizione;
  • Redditi da Terreni: visura catastale aggiornato e/o rogito in caso di acquisto o vendita nell'anno 2016;
  • Contratti  dei terreni eventualmente dati in affitto;
  • Deleghe di pagamento IMU effettuati per l’anno 2016 . Si prega anche la consegna delle deleghe di pagamento IMU  2016  eventualmente in compensazione con altri crediti di imposta  con saldo pari a Zero.  
  • Reddito da Fabbricati: visura  catastale aggiornata  e/o rogito in caso di acquisto o vendita nell'anno 2016;
  • Contratti di locazione stipulati per l’immobile adibito ad abitazione principale;
  • Segnalare gli immobili concessi in locazione e  con " cedolare secca";
  • Contratti di locazione (per i contratti  concordati" il contratto è obbligatorio per la deduzione IRPEF );
  • Dati di eventuali immobili (fabbricati e /o Terreni) in proprietà situati all’Estero ed il relativo reddito prodotto nel periodo di imposta 2016;
    • Per il Monitoraggio degli investimenti all’estero  compilare l’Allegato “A”  della presente circolare  e consegnarlo in Studio .

Infine, La invitiamo a comunicarci eventuali cambi di residenza, nascite di figli fiscalmente a carico ed eventuali altre variazioni del nucleo familiare.

Per eventuali chiarimenti lo studio resta a completa disposizione.

Con  l’occasione porgiamo cordiali saluti

                                                                                                          Lo Studio

 

Allegato “ A “  

                                     attività ed investimenti all’estero

TRASFERIMENTI DA E VERSO L’ESTERO PER RAGIONI DIVERSE DAGLI INVESTIMENTI

¨   

Barrare la casella per segnalare trasferimenti da e verso l’estero di denaro, certificati in serie o di massa o titoli effettuati attraverso soggetti non residenti, senza il tramite di intermediari residenti, per ragioni diverse dagli investimenti all’estero e dalle attività estere di natura finanziaria, se l’ammontare complessivo di tali trasferimenti nel corso del periodo di imposta sia stato superiore a €10.000,00. Nell’ammontare complessivo vanno computati tutti i trasferimenti e, quindi, sia quelli verso l’estero che quelli dall’estero;

TRASFERIMENTI DA E VERSO L’ESTERO PER INVESTIMENTI

Segnalare la presenza di trasferimenti da, verso e sull’estero che nel corso dell’anno hanno interessato gli investimenti e le attività sotto indicate, se l’ammontare complessivo dei movimenti effettuati nel corso dell’anno, computato tenendo conto anche dei disinvestimenti, sia stato superiore a €10.000,00. Quest’obbligo sussiste anche se al termine del periodo d’imposta i soggetti interessati non detengono investimenti all’estero né attività estere di natura finanziaria, in quanto a tale data è intervenuto, rispettivamente, il disinvestimento o l’estinzione dei rapporti finanziari.

  1. q

 

ATTIVITÀ FINANZIARIE ESTERE

(EMESSE DA NON RESIDENTI, COMPRESI I TITOLI PUBBLICI ITALIANI EMESSI ALL’ESTERO)

Consistenza al 31.12.2016 € ___________________

 

  1. q

 

IMMOBILI ALL’ESTERO, IN QUALSIASI PAESE, LOCATI OPPURE TENUTI A DISPOSIZIONE

Costo o valore € ___________________

 

  1. q

BENI MOBILI SUSCETTIBILI DI UTILIZZAZIONE ECONOMICA

(GIOIELLI E PREZIOSI, OPERE D’ARTE, YACHT)

Consistenza al 31.12.2016 € ___________________

 

 

Monitoraggio investimenti all’estero e imposte sostitutive

Con la presente sottoscrizione, il cliente dichiara allo Studio di non possedere alcuna attività finanziaria o patrimoniale all’estero e non aver operato trasferimenti dall’estero all’Italia, dall’Italia all’estero o estero su estero, di denaro o altri valori. Si esonera quindi lo Studio da qualunque responsabilità per la mancata compilazione del quadro RW e per la mancata liquidazione delle imposte sostitutive su attività finanziarie e immobili esteri introdotte dal D.L. n.201/11).

__________, ______________ 

 

Firma del cliente: ………………………..….……………

 

primi sui motori con e-max