STUDIO LAFFUSA

Circolare 11: DISPONIBILE IL SOFTWARE PER COMUNICARE ALL’AGENZIA DELLE ENTRATE LA CESSIONE DELLA DETRAZIONE IRPEF DEL 65%

agenzia-entrate-1-e1486026302234

Art. 16-bis, TUIR

Art. 14, comma 2-ter, DL n. 63/2013

Provvedimento Agenzia Entrate 22.3.2016

Comunicato stampa Agenzia Entrate 31.1.2017

 

Recentemente l’Agenzia delle Entrate, in attuazione di quanto previsto dalla Finanziaria 2016 e dopo aver individuato le modalità con le quali i c.d. “soggetti incapienti”, beneficiari della detrazione IRPEF del 65% per gli interventi di riqualificazione energetica su parti comuni condominiali, possono cedere il corrispondente credito ai fornitori che hanno eseguito i lavori, ha reso disponibile l’apposito software utilizzabile per comunicare all’Agenzia delle Entrate la cessione.

In relazione alle spese sostenute nel 2016, la comunicazione va effettuata entro il prossimo 31.3.2017.

 

 

Come noto, il comma 2-ter dell’art. 14, DL n. 63/2013, introdotto ad opera dell’art. 1, comma 74, Finanziaria 2016, prevede:

 

• a favore dei c.d. “soggetti incapienti” di cui agli artt. 11, comma 2 e 13, comma 1, lett. a) e comma 5, lett. a), TUIR, ossia i contribuenti che ricadono nella c.d. “no tax area”;

 

• per le spese relative ad interventi di riqualificazione energetica su parti comuni condominiali sostenute dall’1.1 al 31.12.2016;

 

la possibilità di optare, in luogo della detrazione IRPEF del 65%, per la cessione del corrispondente credito ai fornitori dei beni / sevizi utilizzati per la realizzazione di detti interventi agevolabili.

 

Con il Provvedimento 22.3.2016, l’Agenzia delle Entrate ha individuato i soggetti interessati, le spese da cui origina il credito nonché le modalità / adempimenti per la cessione dello stesso.

 

In particolare si rammenta che, in base al citato Provvedimento:

 

• il credito che può essere oggetto di cessione corrisponde alla detrazione IRPEF ed è quindi pari al 65% delle spese imputate al singolo condòmino “incapiente” in base alla tabella millesimale di ripartizione;

• ai fini della cessione del credito, entro il 31.12.2016 il condominio deve aver effettuato il pagamento delle spese corrispondenti alla parte non ceduta sotto forma di credito;

• la scelta di cedere il credito in esame deve risultare dalla delibera assembleare di condominio che approva gli interventi di riqualificazione energetica ovvero da una specifica comunicazione del condòmino inviata al condominio;

• il condominio deve dare notizia al fornitore della volontà di cessione del credito;

• il fornitore deve comunicare al condominio in forma scritta l’accettazione / rifiuto del credito quale titolo di parziale pagamento del corrispettivo per la cessione dei beni ceduti / servizi prestati.

 

A pena di inefficacia della cessione, il condominio deve comunicare all’Agenzia delle Entrate i seguenti dati:

 

• totale spese sostenute nel 2016 per lavori di riqualificazione energetica sulle parti comuni dell’edificio;

• elenco dei bonifici effettuati per il pagamento delle spese;

• codice fiscale dei condòmini che hanno ceduto il credito e l’importo del credito ceduto da ciascuno;

• codice fiscale dei fornitori ai quali è stato ceduto il credito e importo totale del credito  ceduto a ciascuno di essi.

È altresì previsto che il condominio debba informare i fornitori dell’avvenuta comunicazione all’Agenzia delle Entrate.

La comunicazione all’Agenzia delle Entrate delle spese sostenute nel 2016 va inviata telematicamente (tramite Entratel / Fisconline) direttamente dal condominio ovvero tramite un  intermediario abilitato entro il 31.3.2017

Con il Comunicato stampa 31.1.2017 l’Agenzia delle Entrate ha annunciato la disponibilità, a decorrere dall’1.2.2017, dell’apposita applicazione denominata “Comunicazione SRE” per la predisposizione della citata comunicazione da trasmettere telematicamente all’Agenzia.

Le modalità attuative ed i termini di invio dei dati relativi alle nuove fattispecie di cessione del credito introdotte dalla Finanziaria 2017 saranno emanate dall’Agenzia delle Entrate con un prossimo Provvedimento.

 

Nel rimanere a disposizione per ogni chiarimento, porgiamo cordiali saluti.

 

Cordiali saluti

 

Lo Studio

 

primi sui motori con e-max