STUDIO LAFFUSA

Circolare 07/2016 del 11.10.2016

delega-fiscale

 

Oggetto: trasmissione obbligatoria al STS dei dati delle fatture e degli scontrini 2016 e richiesta credenziali entro il 31.10.2016.

 

Con la presente si comunica ai contribuenti sotto elencanti che entro il 31 gennaio 2017 prossimo sono obbligati a trasmettere telematicamente al Sistema Tessera sanitaria, l’elenco analitico di tutte le fatture emesse nell’anno 2016 e dei dati degli scontrini fiscali. Ed infatti, per rendere più completo il modello 730 precompilato, entro il 31 gennaio 2017:

 

 


− gli esercizi commerciali di cui all'art. 4, comma 1, lett. d), e) e f), D.Lgs. n. 114/98, che svolgono l'attività di distribuzione al pubblico di farmaci ai sensi dell'art. 5, DL n. 223/2006, ai quali è stato assegnato il codice identificativo univoco previsto dal Decreto del Ministro della salute 15.7.2004 (c.d. “parafarmacie”);
− gli iscritti all’Albo degli psicologi, di cui alla Legge n. 56/89;
− gli iscritti all’Albo degli infermieri, di cui al DM n. 739/94;
− gli iscritti all’Albo delle ostetriche/i, di cui al DM n. 740/94;
− gli iscritti all’Albo dei tecnici sanitari di radiologia medica, di cui al DM n. 746/94;
− gli esercenti l'arte sanitaria ausiliaria di ottico che hanno effettuato la comunicazione al
Ministero della salute di cui agli artt. 11, comma 7 e 13, D.Lgs. n. 46/97;
− gli iscritti all’Albo dei veterinari. In tal caso l’invio riguarda i dati relativi alle spese veterinarie
sostenute da persone fisiche per le tipologie di animali individuate dal DM n. 289/2001 animali legalmente detenuti a scopo di compagnia o per la pratica sportiva);

 


devono inviare telematicamente al Sistema Tessera Sanitaria (STS) tutti i dati relativi alle prestazioni erogate nel 2016, ai fini della loro messa a disposizione da parte dell'Agenzia delle Entrate per la precompilazione del Modello 730.

 


I dati possono essere tramessi anche per il tramite dello scrivente studio. Per far ciò è tuttavia necessario ottenere dal Ministero Economia e Finanze l'abilitazione all'invio telematico dei dati, per Vostro conto. Tale attività deve essere svolta personalmente dal medico collegandosi alla propria area riservata di Sistema TS attraverso le credenziali in possesso. A seguito dell’esito positivo delle verifiche effettuate dal sistema TS, l’applicazione procede ad generare le credenziali al medico ed invia tramite PEC, alla casella indicata, le chiavi di accesso al sistema TS.

 


I medici non ancora in possesso delle credenziali, possono richiederle entro il 31 ottobre 2016:
recandosi personalmente alla sede provinciale dell’Ordine dei Medici di propria competenza;
accedendo al sito del sistema TS www.sistemats.it tramite la propria TS-CNS;
ovvero in via alternativa registrandosi al sito con una specifica modalità di riconoscimento basata su una serie di controlli:
presenza del nominativo e corrispondenza dei dati forniti dall’ O.d.M
corrispondenza dei dati della tessera sanitaria in corso di validità
verifica della corrispondenza dell’indirizzo di posta certificata (PEC)
inserimento di un codice captcha per prevenire l’uso di processi automatici.
A seguito dell’esito positivo delle verifiche effettuate dal sistema TS, l’applicazione procede ad generare le credenziali al medico ed invia tramite PEC, alla casella indicata, le chiavi di accesso al sistema TS.

 


Il soggetto obbligato può provvedere direttamente all’invio ovvero delegare un soggetto terzo (associazione di categoria / soggetto abilitato all’invio telematico) che, a tal fine,deve possedere la specifica abilitazione ottenuta attraverso la funzione “Gestione deleghe” presente nell’area riservata del sito Internet del STS.
In particolare, si rammenta che in caso di invio tramite un intermediario, il soggetto obbligato deve accedere all’area riservata del STS utilizzando le proprie credenziali ed indicare il soggetto terzo che intende delegare all’invio. Verificata l’idoneità del soggetto indicato, il sistema invia al soggetto delegato un link per il perfezionamento della delega

 


Come lo scorso anno (ad eccezione della modifica per la chirurgia estetica) le possibili tipologie di spesa sono le seguenti:
ticket per l’acquisto di farmaci e di prestazioni nell’ambito del SSN;
acquisto di farmaci, anche omeopatici;
acquisto / affitto di dispositivi medici CE;
servizi sanitari erogati dalle farmacie (ad esempio, ecocardiogramma, spirometria, test per glicemia / colesterolo, misurazione della pressione sanguigna, ecc.);
acquisto di farmaci per uso veterinario;
prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale, escluse le prestazioni di chirurgia estetica e medicina estetica (lo scorso anno “interventi di chirurgia estetica”); visite mediche generiche e specialistiche o prestazioni diagnostiche e strumentali; prestazioni chirurgiche (escluse le prestazioni di chirurgia / medicina estetica); ricoveri ospedalieri, al netto del comfort;
spese agevolabili solo al ricorrere di specifiche condizioni (ad esempio, cure termali, protesi e assistenza integrativa, prestazioni di chirurgia / medicina estetica ambulatoriale o ospedaliera);
altre spese.

 


Nel rimanere a disposizione per eventuali chiarimenti, si inviano cordiali saluti.

 


Lo studio

 

primi sui motori con e-max